Perché non aumentano i miei follower?

Hai pubblicato un po’ di articoli/video/foto ma le visite e i follower non salgono, come mai?

I motivi non sono banali, ma prima di tutto bisogna tenere da conto alcune importanti cose.

Primo fra tutti: nel mondo ci sono milioni di siti/profili instagram/canali YouTube e il primo follower che deve accorgersi di te è proprio la piattaforma sulla quale ti trovi.

Google è un motore di ricerca vero e proprio e YouTube funziona in modo similare poiché tiene conto di molti fattori simili affinché esso cominci a premiarti per la tua presenza e per i tuoi contenuti.

Con Google addirittura devi segnalare che il tuo sito esiste perché non lo rileva in automatico, mentre sulle altre piattaforme sei ovviamente rilevato perché registrato, ma devi “metterti in mostra” per captare più visite possibile.

Questo si può fare solamente con queste tre regole:

  1. PUBBLICARE CONTENUTI CORRETTAMENTE FORMATTATI
  2. PUBBLICARE FREQUENTEMENTE
  3. PUBBLICARE CONTENUTI DI QUALITA’

Formattazione

Nel caso del primo punto per un sito significa fare buona SEO (search engine optimization), e stessa cosa per YouTube, formattando titoli, descrizioni, hashtag, nel modo più corretto possibile e indirizzato al potenziale cliente nostro target. Idem per Instagram, utilizzando gli hashtag per essere trovati negli stream e negli interessi comuni o facendo uso delle stories. Diversamente per Facebook ci sono altri fattori da tenere in considerazione, seguendo gli altalenanti algoritmi che mettono più o meno in evidenza un contenuto.

Ogni piattaforma o motore ha infatti un algoritmo, un programma che tramite calcoli precisi premia il contenuto di un profilo/sito piuttosto che un altro a seconda di alcuni parametri ben definiti. Spesso tali parametri sono conosciuti a tutti, altre volte sono secretati proprio per non far sì che tutti utilizzino lo stesso stratagemma inflazionando la visibilità e rendendo così vana l’esistenza dell’algoritmo stesso.

Frequenza

Per essere visibili non basta lanciare il video dell’anno in rete e basta. Certo può favorire la viralità e girare in modo frenetico sui social, portandoti un improvviso picco di visite e follower, ma è un caso più unico che raro, che può certamente succedere, ma che non deve essere il nostro obbiettivo.

Creare invece un calendario editoriale in cui definire con costanza la pubblicazione dei nostri contenuti è una cosa che premia nel breve e lungo termine. Più un contenuto è utile e interessante, più le persone saranno propense a seguirti in futuro e ti seguiranno. Ma se non pubblichi qualcosa di nuovo che alimenti il loro desiderio la tua visibilità crollerà e rimarrai fermo.

Qualità

E’ il fulcro del content marketing. Pubblicare contenuti che soddisfano la richiesta di nostri potenziali clienti li porta sempre più spesso a noi, convincendoli che il nostro operato è buono, portandoli a fidarsi di noi (reputation) e soprattutto ad acquistare quando saranno loro a sentirsi pronti o ne sentiranno il bisogno. Ma ecco che torna il discorso della costanza: dobbiamo affiancarli sempre con contenuti gratuiti e sempre disponibili affinché non si dimentichino di noi e che al momento opportuno in cui il loro bisogno si manifesta si ricordino che già conoscono il professionista di cui hanno bisogno.

 

Photo by Christian Wiediger on Unsplash

4 risposte

  1. Svato ha detto:

    Ciao Laura,
    Complimenti per l’articolo. Sono tips davvero utili ai quali, però, aggiungerei un mio consiglio personale che ho appreso da alcuni importanti social marketer internazionali : Seguire ed utilizzare le novità. Mi spiego meglio; i social vogliono che vengano pubblicati contenuti spesso, è vero, ma è altrettanto vero che I social media vogliono che gli utenti seguino ed utilizzino le novità che implementano, possibilmente se si è tra i primi a farlo può essere meglio.
    Si può credere essere scontata come cosa, ma da un piccolo sondaggio che ho fatto tempo fa sembra che non sia proprio così.
    Grazie ancora per i tuoi contenuti, sono davvero ottimi 🙂

  2. Linda Camellini ha detto:

    Buongiorno,

    ho un canale Youtube che improvvisamente ed inaspettatamente, nel giro di meno di un anno, ha raggiunto 6720 iscritti.
    Il canale era in fortissima espansione al punto che ricevevo un aumento in media di 20/25 followers AL GIORNO! Questo avveniva già da mesi, con la medesima costanza!

    Intorno al 10 giugno, ho raggiunto le 4000 ore di visualizzazione utili per attivare la monetizzazione, ma esattamente nel momento in cui la monetizzazione è stata attivata, non ho più ricevuto iscrizioni al mio canale!
    Gli iscritti sono bloccati a 6720 da ormai 20 giorni e anzi, sono recentemente scesi a 6710!

    Mi chiedo come sia possibile passare improvvisamente da una media di 20/25 iscritti al giorno costanti tutti i giorni….a zero iscritti per 20 giorni consecutivi?!

    Personalmente mi sembra una condizione assurda e assai improbabile.
    Avrei potuto comprendere un calo degli iscritti da una media di 20/25 al giorno a magari 5/10 al giorno…. ma un passaggio cosi drastico ed improvviso mi fa pensare ci sia qualcosa che non va.

    Chiedevo se qualcun’altro come me ha avuto lo stesso problema o se sapete a cosa possa essere dovuto, perchè non me lo spiego proprio.

    PS. Ci tengo inoltre a specificare che ho sempre pubblicato i medesimi contenuti, e con la stessa costanza…non è cambiato assolutamente nulla da prima a dopo l’inizio della monetizzazione.

    Personalmente ci sono rimasta malissimo nel vedere che un canale in espansione come era il mio, improvvisamente sembra morto, bloccato!
    Al punto che stavo pensando di rimuovere la monetizzazione, con la speranza che i followers tornino ad aumentare come prima e riattivarla più avanti, quando avrò più iscritti…

    Grazie a chi volesse aiutarmi.
    Linda Camellini

    • lauryn ha detto:

      buongiorno Linda, leggo con grandissimo ritardo il tuo commento e ti chiedo scusa. Una cosa del genere non l’ho mai sentita, nel frattempo ha avuto modo di indagare e giungere ad una conclusione plausibile? Raccontaci, grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: