Ecco perché dovrai imparare a sviluppare siti con Susy (e perché io presto smetterò di sviluppare)

Ho avuto l’occasione di conoscere Susy grazie a Manuele Capacci, che ne parla sulle pagine di Webhouse.it. No attenzione, non sto parlando di una ragazza inglese ahha, Susy è una rivoluzione, un sistema, uno “smanettamento” non da poco.

Partiamo dall’inizio. Tutti noi abbiamo avuto a che fare con dei framework dai quali partire per i nostri progetti. Anni fa si partiva da 960 grid sistem, e poi sono nati framework più complessi come Bootstrap e Foundation che comprendono anche tanti stili e comportamenti css3 che li rendono davvero uno strumento veloce da utilizzare. Tanto lavoro c’è stato dietro a chi li ha creati e distribuiti gratuitamente, ma alla fine dei conti quanto di quel codice abbiamo utilizzato per i nostri progetti? Te lo dico io: il 10%. Il resto, appesantiva solamente il caricamento dei css e javascript, o creava conflitti con altre integrazioni fatte da noi manualmente.

E poi, di quanti device dovevamo tenere conto, di quante risoluzioni e comportamenti dovevamo rispettare le dimensioni per ottenere un sito veramente responsive e mobile-friendly?

Parlo al passato perché da oggi, grazie a Susy, un framework basato su Sass, precompilatore css che si basa proprio sulle più diffuse css libraries, possiamo creare noi stessi il nostro framework, utilizzando unicamente quella parte di codice che ci serve.

Detto così sembra semplice, e a tutti gli effetti davvero lo è per chi è sviluppatore ed ama smanettare. Da qui la spiegazione del mio titolo: chi ama veramente sviluppare troverà in Susy uno strumento rivoluzionario, che permetterà davvero di fare la differenza sui progetti futuri. Per chi come me è un usufruitore di framework e poco vuole sbatterci la testa, è una cosa in più da imparare, ma questo è un problema mio 🙂

Manuele Capacci è il referente italiano per la traduzione e la diffusione dell’ebook di Zell Liew che spiega le funzionalità e permette fin da subito di utilizzare Susy al meglio.

I primi 7 capitoli sono gratuiti e a mio parere scritti ottimamente. Il resto, in via di traduzione, è a pagamento e ne potrete usufruire presto.

Che ne pensi? Lo userai?

lauryn

Web designer dal 2002, mi occupo di content marketing per la società WordSteps SLT LTD di Edimburgo e altri clienti. Vivo a Milano, sposata con una figlia e due cagnoline, e una passione per libri e Scozia. Ultimo libro uscito 4 passi per andare online e trovare nuovi clienti da subito

Rispondi

Scarica la checklist per partire con il tuo sito
Iscrivendoti alla newsletter mensile riceverai la checklist pdf alla tua casella email
Guide to Million Dollar Success
My Website
Per chi inizia a muoversi nel web
Scarica lo starter kit del professionista
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la guida in pdf direttamente al tuo indirizzo email.
My Website
Per chi inizia a muoversi nel web
Un metodo efficace se sei un professionista che offre servizi ma sei alle prime armi con tutto ciò che riguarda il web. Ottieni indicazioni su sito web, blog, social e funnel marketing volti a portare nuovi clienti effettivi.
4 PASSI PER ANDARE ONLINE e ottenere clienti da subito
Un metodo efficace se sei un professionista che offre servizi ma sei alle prime armi con tutto ciò che riguarda il web. Ottieni indicazioni su sito web, blog, social e funnel marketing volti a portare nuovi clienti effettivi.
4 PASSI PER ANDARE ONLINE e ottenere clienti da subito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: