Guida alla SEO: due siti che non potete non studiare

Ultimamente ho fatto una ripassata, perchè non si sa mai, e ho trovato conferme nella guida di Laura De Masi che uso sempre come riferimento e in quest’altra guida, che è la traduzione italiana della guida di Seomoz.

Le consiglio entrambe. Seppure Laura stessa mi segnali che la questione delle directory non è più molto attuale e attuabile, la sua guida e quella di Seomoz sono la base che ogni webdesigner dovrebbe conoscere. Poi esistono i SEO esperti portano a successo anche i casi più disperati dove il SEO base non può far niente se non costituire un buon inizio, ma quello lasciamolo fare a chi sa fare il suo mestiere.

Guida SEOmoz

guida seomoz

Guida Laura De Masi

  1. Directory e motori di ricerca (parte 1)
  2. Directory e motori di ricerca (parte 2)
  3. File robots.txt per chiudere le porte agli spider.. e non solo.
  4. Sitemaps: per far trovare la strada ai motori
  5. Il PageRank e l’importanza degli inbound links.
  6. Trustrank: c’è da fidarsi.
  7. Phraserank: guerra a spam e duplicati.
  8. Metatag per il posizionamento al costo di un caffè.
  9. Posizionamento: analisi della concorrenza.
  10. Posizionamento: analisi della concorrenza (parte 2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scarica la miniguida "Creare il proprio logo"
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la guida in pdf direttamente al tuo indirizzo email.
Guide to Million Dollar Success
My Website
Per chi inizia a muoversi nel web
Scarica la miniguida "Creare il proprio logo"
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la guida in pdf direttamente al tuo indirizzo email.
My Website
Per chi inizia a muoversi nel web
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: