Creare un template base per WordPress: struttura

E’ una domanda che viene posta molto spesso sulle pagine di Italianwebdesign, e più o meno, è sempre stato risposto di fare riferimento alla guida Codex di WordPress o ad un template base; ma non al famoso Kubrick, di cui vedete un’immagine qui di fianco, poichè esistendo dagli albori di WordPress contiene funzioni sue particolari che non sfruttano al 100% il motore, con il rischio di produrre un template complicato e non funzionante.

Ma torniamo alla nostra guida Codex, che è quella che ho usato io per imparare, prendendo pezzi da template free per comodità e per rendere velocemente ciò che volevo (quando hai già una funzione sottomano perchè andarsela a cercare sulla guida?).

Files fondamentali

Provate a guardare nella cartella del vostro template preferito e troverete di sicuro i seguenti files, di cui vi spiego la funzione di seguito:

  • style.css – il vostro foglio di stile
  • index.php – la homepage del sito

Senza questi due files, chiamati esattamente in questo modo, il tema non risulta nemmeno nella lista dei template e vi darà errore, o addirittura non lo rileverà proprio.

Personalizzazione del template

E’ molto semplice: basta aggiungere il file screenshot.png di 300×225 px che verrà visualizzata nell’anteprima dei template, e aggiungere il seguente commento nelle prime righe del file style.css:
/*
Theme Name: Lauryn 2010
Theme URI: https://www.lauryn.it/lauryn-2010-themes
Description: Descrizione del tema
Author: Laura Gargiulo
Author URI: https://www.lauryn.it
Version: 1.0
.
Commenti Generali
.
*/

Il template base

Ma approfondiamo i files che compongono effettivamente tutte le funzionalità del nostro template oltre a style e index:

  • header.php – comprende tutto ciò che è compreso fra il doctype e il tag body compreso + se lo desiderate per comodità, l’apertura dei tag contenitori e tutto ciò che viene comunque ripetuto per tutte le pagine, come il menu di navigazione principale, il logo, etc
  • footer.php – comprende tutto quanto volete includere nella parte bassa del vostro template (credits etc) + la chiusura dei tag body e html
  • sidebar.php –  comprende gli script per far comparire i famosi widget

Ok ma una domanda: come collegare tutti questi files al file index.php che è quello fondamentale?

E’ sufficiente posizionare, nel file index.php, i seguenti tag di WordPress, per far comparire il contenuto dei files correlati:

  • get_header() ?>
  • get_sidebar() ?>
  • get_footer() ?>

Sufficiente come prima lezione? Nella prossima vedremo cosa effettivamente va inserito nei rispettivi files e nella prossima ancora analizzeremo le pagine restanti che compongono il tema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scarica la miniguida "Creare il proprio logo"
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la guida in pdf direttamente al tuo indirizzo email.
Guide to Million Dollar Success
My Website
Per chi inizia a muoversi nel web
Scarica la miniguida "Creare il proprio logo"
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la guida in pdf direttamente al tuo indirizzo email.
My Website
Per chi inizia a muoversi nel web
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: