Lauryn Web Design - Milano, Edimburgo e online

Un'opportunità diversa per i webdesigner freelance: l'insegnamento

Con l’avvicinarsi della mia seconda esperienza come insegnante di webdesign mi sono venute in mente alcune riflessioni che voglio condividere con voi. Come in ogni professione, studio o passione c’è sempre un’opportunità alternativa che è quella dell’insegnare ciò che si è imparato.

Ma nel nostro settore è un po’ dura. Le scuole che diffondono questa professione sono già ben poche e i potenziali insegnanti tanti e non sempre certificati o necessariamente bravi a trasmettere le giuste conoscenze. Certo è che si viene ben pagati (il giusto almeno) e che la richiesta è sempre forte.

naba-header-1

La prima volta insegnai alla Galdus una Onlus dedita alla formazione di diverse fasce di età, provenienza etnica e professione, che nel 2005 aveva ancora un corso di graphic e webdesign di quelli finanziati dalla Regione o dalle società interinali. Inviai un curriculum e dopo un breve colloquio (ma mi conoscevano già perchè mia sorella aveva frequentato lì il corso l’anno prima) mi diedero un modulo di una decina di lezioni di Illustrator all’interno del corso annuale di graphic e webdesign, e devo dire che è stata una bella esperienza, seppure ci fosse qualche elemento che era poco incline alla grafica e più al web developing e che quindi mi dava meno soddisfazioni di altri, ma non tutti siamo uguali no? 😉

Ora invece (da giovedì 29/10 a dir la verità) avrò un modulo di webdesign presso la Naba, all’interno del secondo anno del corso triennale di graphic design e art direction. Mi sa che qui la mia esperienza sarà esattamente l’opposto della prima, nel senso che saranno tutti lanciatissimi con la grafica e poco con il web, ma chissà che non abbia comunque soddisfazioni! 😉

Come ho fatto a ricevere questo incarico? Di questo devo ringraziare Mauro Accornero (che già conoscete) e Alessandro Baici, che mi hanno fortemente voluta al corso (o magari perchè non c’era nessuno che tappasse quel buco quest’anno ahahhahha 😀 ). Personalmente avrò solo 4 ore a settimana fino a febbraio, anche perchè altrimenti non potrei dedicarmi al resto dei miei progetti, anche se mi hanno spiegato che se l’anno prossimo volessi potrei chiedere di avere più ore.

Insomma, questa mia esperienza per dirvi che mal che vada, se siete comunque bravi e validi nel vostro lavoro e per qualche strano motivo non riuscite a “sfondare” perchè magari non avete buone qualità di autopromozione o vivete in una città in cui il webdesign ancora tarda a risultare credibile, sappiate che esiste questa opportunità.

Dimenticavo: molti che ne hanno l’opportunità perchè magari lavorano in un’azienda costituiscono dei corsi privati a pagamento, ma, lo dico per chi vuole frequentarli, verificate sempre chi è l’insegnante, perchè non sempre è detto che se sono dei bravi professionisti siano dei bravi insegnanti.

Voi che ne pensate? Mi cagheranno quegli scapestrati della Naba? XD

Se ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *