Lauryn Web Design - Milano, Edimburgo e online

I dieci errori più comuni di un webdesigner

Questo articolo  di Noupe ce li riassume, ed io prendo le singole intestazioni per commentarli a modo mio:

  1. Pagine piene e affollate.
    Ricordate sempre che gli spazi  “bianchi” non sono sempre sinonimo di vuoto, ed inserire troppe informazioni, soprattutto se formattate tutte in modo simile, rendono difficile trovare cosa si sta cercando e soprattutto la navigazione
  2. toddstowellNuovi contenuti difficili da trovare.
    Si commenta da sola, noi creiamo siti per mettere online delle informazioni, e se il sito è frequentemente aggiornato non possiamo non inserirli in homepage come primo richiamo
  3. Links difficili da trovare.
    Come ben sapete è anche buona regola di accessibilità: dimenticate i link super cool fatti in grassetto colorato e senza sottolineatura o ancora peggio che non differenziano assolutamente dal testo normale se non passandoci sopra. A che pro? Rendere sempre visibili i link tramite la classica sottolineatura, a meno che non si tratti di liste o menu che per loro natura sono normalmente dei link cliccabili.
  4. Immagini dal formato errato.
    Inutile dirvi che inserire una .bmp non sarà visibile, nè tantomeno una jpg salvata in formato cmyk che è per la stampa. Le png non sono supportate da Explorer6, ma un piccolo javascript di Unit, recentemente aggiornato, lo fixa in modo eccellente, io lo uso nel mio personale framework xhtml+css.
  5. Lasciare il titolo di default della pagina, o peggio il classico “Documento senza titolo”. Da uccidersi!
  6. handcraftedcssNavigazione difficile da trovare.
    Ok l’innovazione, ok la creatività, ma un menu dovrebbe assomigliare ad un menu 😉
  7. Font dalla grandezza fissa.
    Errore di accessibilità che non permette di ridimensionare il testo a chi ne ha la possibilità o la necessità. Usate sempre gli em o le misure in percentuale.
  8. Una poco chiara mission del sito.
    Appena si giunge sul sito bisogna capire di cosa si tratta: basta farlo testare ad un vostro amico che non l’abbia mai visto e chiedergli se capisce di che azienda/servizio si tratti 🙂
  9. Usare colori abbaglianti.
    Penso ve l’abbiano insegnato da subito: sul monitor i colori sono più brillanti che sulla carta, pertanto non scegliete colori che abbagliano la retina o rendano difficile la lettura. Un buon contrasto è ammesso per rendere più leggibile i testi, ma non esagerate!
  10. Sull’ultimo punto non sono molto d’accordo perchè non è un principio di webdesign ma di web marketing, e non coincide con quanto ho studiato finora 😉

Se ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *