Ritmi e orari di un webdesigner freelance

Oggi mi sono trovata a parlare via email con una ragazza che mi chiedeva consigli sul nostro mondo. Le domande erano tante e ho cominciato a rispondere a spizzichi e per temi. Spero possano esservi di aiuto.

Come ritmi sono stati piuttosto altalenanti. Di sicuro agosto e settembre sono periodi di riposo, mentre si fanno tutti vivi per il restyling dei siti in prossimità del Natale e di siti nuovi da gennaio a luglio (luglio periodo di aggiornamenti da pazzi!!! anche perchè sono tutti in previsione ferie e vogliono concludere i lavori, oppure non hanno una cippa da fare e si navigano i siti aziendali trovando tutti i cavilli possibili da modificare)
Ci sono periodi che riesco a fare anche due/tre siti in un mese, altri che per via di ritardi dei clienti, mancate risposte, etc ne faccio si e no mezzo, e di conseguenza gli incassi. Che però essendo a volte scaglionati (ci sono aziende infatti che pagano a 30 o 60 giorni dalla data fattura) possono capitare proprio nel mese in cui non hai prodotto nè fatturato, e quindi sei “salva”.
Come orari il vantaggio è proprio quello di essere libera di poter andar a far shopping se ne ho voglia e se non ci sono urgenze, salvo poi magari dover lavorare il sabato perchè un cliente ha un meeting il giorno dopo e deve aggiornare il sito etc etc.

lauryn

Web designer dal 2002, mi occupo di content marketing per la società WordSteps SLT LTD di Edimburgo e altri clienti. Vivo a Milano, sposata con una figlia e due cagnoline, e una passione per libri e Scozia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: